Il varo della “Vittorio Morace”, prima nave ibrida al mondo

Estate, tempo di mare. Il caldo spinge verso spiagge affollate o a mettersi in viaggio per le tante isole del nostro Paese. La ressa agli imbarchi è tipica di questo periodo: tanta è la confusione sulle banchine dei porti, tra il calore dei motori accesi delle navi con il loro costante rumore di fondo, e un odore acre nell’aria causato dai gas di scarico. Momenti che presto saranno consegnati al passato. Ne ho parlato lunedì 8 luglio 2024 sulle pagine del Corriere del Mezzogiorno – L’Economia. Continua a leggere